Suonare a distanza? Con LOLA e le reti della ricerca si può

Scritto da Redazione. Inserito in pillole di rete . Visite: 2930

Lo scorso 23 novembre il duo pianistico composto da Teresa Trevisan e Flavio Zaccaria, noto e riconosciuto a livello internazionale, si è esibito in una esecuzione concertistica per due pianoforti su partiture di Bach e Reger.

La particolarità sta nel fatto che i due artisti in questione si trovavano, al momento dell’esecuzione, a oltre 1.000 Km di distanza l’uno dall’altra: lui presso il Conservatorio Tartini di Trieste e lei al Centre Pompidou di Parigi. A rendere possibile questo incredibile risultato è LOLA (Low Latency), che il Conservatorio di Musica di Trieste sta realizzando in collaborazione con GARR, un sistema hardware/software che cattura, codifica e trasmette via rete in tempo reale segnali audio/video ad alta qualità, e naturalmente la banda ultra-larga offerta dalle reti della ricerca.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

GARR News - Testata semestrale registrata al Tribunale di Roma: n. 243/2009 del 21 luglio 2009

Il contenuto di questo sito e' rilasciato, tranne dove altrimenti indicato,
secondo i termini della licenza Creative Commons attribuzione - Non commerciale Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

GARR News è edito da Consortium GARR, La rete Italiana dell'Università e della Ricerca


GARR News n°3 - Dicembe 2010 - Tiratura: 5.500 copie - Chiuso in redazione: 21 Dicembre 2010
Redazione GARR News
Hanno collaborato a questo numero: Claudia Battista, Massimo Carboni, Enrico Commis, Stefano Mari, Bruno Nati, Giorgio Paulucci, Lorenzo Puccio, Federico Ruggieri, Helga Spitaler, Anna Vairo, Giancarlo Viola


 

Abbiamo 761 visitatori e nessun utente online