Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Per maggiori informazioni sull uso dei cookies e su come eliminarli leggi l'informativa estesa

Abbiamo modificato alcune delle nostre politiche per rispondere ai requisiti del nuovo Regolamento Europeo per la Protezione dei Dati Personali (GDPR). In particolare abbiamo aggiornato la Privacy Policy e la Cookie Policy per renderle più chiare e trasparenti e per introdurre i nuovi diritti che il Regolamento ti garantisce. Ti invitiamo a prenderne visione.

Informativa sulla privacy

Caffè Scientifico


La cura dei Big Data

Scritto da Maddalena Vario, Carlo Volpe Il . Inserito in caffè scientifico . Visite: 919

La cura dei Big Data

Più precisa, personalizzata e preventiva: ecco come la medicina sta cambiando grazie all’analisi di grandi quantità di dati e alle tecniche di machine learning.

Nel campo medico, la crescita esponenziale di dati disponibili in formato digitale e l’uso di sensori per monitorare ogni aspetto di un individuo e dell’ambiente che lo circonda permettono di acquisire grandi quantità di informazioni e offrono lo stimolo per lasciarsi contaminare da nuove discipline.

Con i dati, verso una medicina di precisione

Scritto da Carlo Volpe Il . Inserito in caffè scientifico . Visite: 1255

Con i dati, verso una medicina di precisione

L’essere umano è probabilmente il sistema più complesso esistente in natura e per conoscere meglio il nostro stesso funzionamento raccogliamo sempre più dati su di noi e sull’ambiente che ci circonda. Per comprendere l’impatto che l’uso di questi dati hanno sulle nostre condizioni di salute e sulla qualità della diagnosi e della cura, abbiamo intervistato un esperto di sistemi complessi, Enrico Capobianco che all’Università di Miami si occupa di biologia computazionale e bioinformatica.

Un’intelligenza artificiale che aiuta diagnosi e cure

Scritto da Maddalena Vario Il . Inserito in caffè scientifico . Visite: 2329

Un’intelligenza artificiale che aiuta diagnosi e cure

Come le nuove tecnologie possono contribuire a sviluppare la ricerca in ambito farmacologico e migliorare la pratica clinica? Cesare Furlanello, responsabile dell’unità MBPA (Modelli Predittivi per la Biomedicina e l’Ambiente) presso la fondazione Bruno Kessler di Trento, esperto di data science, ci ha introdotto all’ultima frontiera della ricerca: il machine learning applicato alla medicina.

GARR News - Testata semestrale registrata al Tribunale di Roma: n. 243/2009 del 21 luglio 2009

Il contenuto di questo sito è rilasciato, tranne dove altrimenti indicato,
secondo i termini della licenza Creative Commons attribuzione - Non commerciale Condividi allo stesso modo 3.0 Italia

GARR News è edito da Consortium GARR, La rete Italiana dell'Università e della Ricerca


GARR News n°17 - dicembre 2017 - Tiratura: 10.000 copie - Chiuso in redazione: 19 dicembre 2017
Redazione GARR News
Hanno collaborato a questo numero: Claudio Barchesi, Alex Barchiesi, Paolo Bolletta, Alberto Colla, Luigi Cordisco, Marco Ferrazzoli, Marco Galliani, Americo Gervasi, Mara Gualandi, Silvia Malesardi, Silvia Mattoni, Laura Moretti, Fulvio Nigrisoli, Francesca Nacini, Andrea Salvati, Francesca Scianitti, Massimo Valiante, Gloria Vuagnin


 

Abbiamo 350 visitatori e nessun utente online